Skip to content
Increase font size Decrease font size Default font size

Calabritto PDF Stampa E-mail

Popolazione residente 2869 (M 1390 – F 1479 )
Densità per Kmq.  55,4 ( Dati Istat 2001)
Superficie 51,77 Kmq.
Altitudine 460 m.s.l.m.
Santo Patrono San Giuseppe
Info Municipio, via Salvator Allende, 83040 Calabritto (AV)
tel./fax 0827/52004

www.comunecalabritto.it

Ottieni indicazioni stradali

Previsioni meteo


Castello di Quaglietta 

Un po’ di storia
Calabritto è un piccolo paese d’origine medievale. Secondo l’ipotesi più diffusa, il toponimo deriva dal nome di una pianta spinosa simile al biancospino, molto diffusa in questa zona in prossimità di terreni rocciosi, pianta che in latino si chiama Calabrix. Ai suoi confini combattè Spartaco, precisamente nel territorio compreso tra Calabritto e Quaglietta, nel 71 a.C., dove si tenne la battaglia decisiva del bellum servile, che vide la vittoria delle legioni di Licinio Crasso sull’esercito di schiavi in rivolta. Calabritto, che dal 1229 faceva parte del Principato Citra, nel 1807 passò al Principato Ultra, cioè alla Provincia di Avellino. Nel 1928 il Comune si ingrandì con l’annessione del vicino comune di Quaglietta, divenuto poi frazione.


Come arrivare
Autostrada A16 (Napoli – Canosa ) uscire al casello di Avellino Est, direzione Montella – Lioni – Contursi, ed immettersi sulla S.S. Ofantina/Ofantina bis.  Uscire a Calabritto. Autostrada A3 (Salerno – Reggio Calabria) uscire al casello di Contursi ed immettersi sulla S.S. Ofantina bis, direzione Lioni. Uscire a Calabritto.
Stazione Ferroviaria più vicina Contursi.


Da vedere

Il Centro Storico, che rappresenta un tipico esempio di borgo medievale, la Torre Campanaria della chiesa  S.S. Trinità e i portali in  pietra di molte abitazioni.
La chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, completamente ristrutturata, è una delle costruzioni più antiche, forse di origine bizantina; qui è conservata un’immagine molto venerata della Madonna. Inoltre Palazzo Papio, completamente ristrutturato, presenta l’originario impianto architettonico settecentesco. Il castello di Quaglietta , detto anche Rocca, è un fortilizio normanno che, con i suoi ruderi, svetta su uno spuntone roccioso che domina la valle sottostante: si trova nell’omonima frazione di Calabritto e conserva ancora la torre quadrata e parte delle mura merlate perimetrali.


Manifestazioni Religiose
17 gennaio Festa di Sant’Antonio Abate
19 marzo Festa di San Giuseppe
Luglio Festa della Madonna dei Grienzi
5 agosto Festa della Madonna della Neve
16 agosto Festa di San Rocco (Santo Patrono della frazione Quaglietta)
16 ottobre Festa di San Ruccutiellu
Primo lunedì dopo Pasqua Festa della Madonna del Fiume.


Manifestazioni popolari

Il Carnevale, con sfilate di carri di cartapesta e maschere
19 marzo Falò di San Giuseppe


Gastronomia

Prima settimana di ottobre Sagra della castagna.