Skip to content
Increase font size Decrease font size Default font size

Cassano Irpino PDF Stampa E-mail

Popolazione residente 955 (M 471 - F 484)
Densità per kmq.  77,5 (dati Istat 2001)
Superficie 12,34 kmq. 
Altitudine 550 m.s.l.m.
Santo Patrono San Bartolomeo
Info Municipio,via Croce 12, 83040 Cassano Irpino (AV)
tel. 082766146

http://www.comunecassanoirpino.it/


Ottieni indicazioni stradali

Bollettino meteo


Centro abitato


Un po’ di storia
Il territorio di Cassano Irpino aveva un suo ruolo già in epoca romana testimoniato da numerosi rinvenimenti archeologici, lapidi ed edicole funerarie, conservati per la maggior parte al Museo Irpino di Avellino. Il  toponimo deriva dal nome della gens Cassia ed indica un Praedium Cassianum, ossia un latifondo o una villa rustica appartenente a quella famiglia. Il borgo, ricostruito come luogo fortificato dai Longobardi e annesso al Gastaldo della  vicina Montella, è citato per la prima volta da un documento  dell’abbazia di Cava dei Tirreni del 1164, dove si legge che era allora di proprietà di Davide de Montella, sub feudatario di Guglielmo de Titilla. Con l’arrivo di Federici II di Svevia nel 1221, il causale fu assegnato al conte di Acerra, Tommaso de Equino. Ad acquistare le terre di Cassano e Montella nel 1445 per diecimila ducati fu il capitano Garsia Cavaniglia, Conte di Troppa. Erede dei feudi paterni fu nel 1454 Giovanni Cavaniglia alla famiglia de quale il paese appartenne sino alla metà del secolo XVI. Nel 1595, con assenso del vicerè di Napoli, conte di Miranda il feudo fu venduto per 19000 ducati a Francesco Giacinto. Alla Famiglia Giacinto il paese rimase in possesso sino all’eversione dei diritti feudali del 1806. Nel 1820 i cittadini cassanesi parteciparono ai moti rivoluzionari con la coazione, in paese, di alcune sette carbonare organizzate. Dopo la proclamazione dell’Unità D’Italia, a Cassano venne costituita una Compagnia della Guardia Nazionale, anche perché dal 1861 la zona fu interessata dal triste fenomeno del brigantaggio.


Come arrivare
Autostrada A16( Napoli – Canosa) uscire al casello Avellino Est, direzione Montella , ed immettersi sulla SS. Ofantina /Ofantina bis . Uscire a Cassano Irpino.
Autostrada A 3 (Salerno – Reggio Calabria) uscire al casello di Contursi ed immettersi sulla SS. Ofantina bis, direzione Contursi – Lioni- Montella . Uscire a Cassano Irpino.
Stazione ferroviaria più vicina Cassano Irpino.


Da vedere

Il centro storico, di impianto medievale, è davvero caratteristico. Tra le abitazioni, molte delle quali hanno portali in pietra lavorata , si snodano vicoli, passaggi sormontati da archi, scale ed orti. Da vedere, inoltre, il castello medievale del secolo XV , la chiesa di Santa Maria delle Grazie , con la sua Scala Santa  , presenta affreschi del secolo XV , la Chiesa Madre ed il monumentale tiglio plurisecolare .


Manifestazioni Religiose

18 luglio festa della Madonna del Carmine 
24- 25 agosto Festa di San Bartolomeo Apostolo.


Manifestazioni popolari
5 gennaio Aspettando la befana
Agosto Festa del “ Ritorno al medioevo “
8 Settembre Fiera di Montevergine


Gastronomia
Giugno Sagra delle laine e ceci
Agosto Sagra della pannocchia
Ultimo sabato di ottobre Sagra della castagna.