Skip to content
Increase font size Decrease font size Default font size

Castelfranci PDF Stampa E-mail

Popolazione residente 2540 (M 1262 – F 1278)
Densità per Kmq. 214,7 (dati Istat 2001)
Superficie 11,83 Kmq.
Altitudine 450 m.s.l.m.
Santo Patrono San Nicola
Info Municipio, piazza Municipio, 183040 Castelfranci (AV)
tel. 082772005

http://www.comune.castelfranci.av.it/

Ottieni indicazioni stradali

Bollettino meteo



Vecchio mulino


Un po’ di storia
Diversi reperti archeologici rinvenuti a Caiano testimoniano la presenza sul territorio di alcune comunità già in epoca romana. Prima dell’anno 1000, caduto l’impero Romano D’Occidente , fu tenuto dai Goti , Bizantini e dai Longobardi , che nel 671 conquistarono Benevento ed Avellino . I Longobardi divisero il territorio in “Gastaldati” . Castelfranci, detto all’epoca Castum Francorum, divenne uno dei feudi del gastaldato di Montella, e andò sotto la gestione del nobile Siconolfo che, temendo sconfinamenti dal vicino versante di Acerno, fece allestire una fortezza, castrum, per presidiare militarmente la zona. Dopo il 1077, un gruppo di Normanni, guidato da Roberto Giuscardo, e chiamato “Franci”, riuscì a sottrarre ai Longobardi la signoria delle terre del beneventano e si spinse nel territorio, trasformandolo in feudo con l’edificazione del Castello e di vari luoghi di culto.
Durante i monti del 1820-21 parte della popolazione fu impegnata nella difesa del territorio contro gli invasori provenienti dalle montagne. Venne per questo costituita un’associazione segreta che prese il nome de “I difensori della Patria”. La repressione fù però dura e impietosa contro tutti i cospiratori, che vennero condannati a morte, al carcere a vita o all’esilio.


Come arrivare
Autostrada A16 ( Napoli- Canosa) uscire al casello di Avellino Est, direzione Montella- Lioni, ed immettersi sulla SS Ofantina/Ofantina bis. Uscire a Montella e prendere per Castelfranci. 
Autostrada A3 ( Salerno – Reggio Calabria) uscire al casello di Contursi ed immettersi sulla  SS Ofantina bis,direzione Lioni – Montella . Uscire a Montella e prendere per Castelfranci Stazione ferroviaria più vicina Castelfranci.


Da vedere

Il Centro Storico conserva ancora oggi tratti dell’impianto urbanistico medievale, con vicoli, chiese, palazzi gentilizi e portali scolpiti in pietra . Da non perdere è la chiesa di San Pietro , completamente restaurata, edificata nel 500; la chiesa di San Nicola che custodisce alcune importanti opere ; notevoli sono i palazzi Celli, Juliani e Vittoli. Si raccomanda, infine, la visita alla chiesa parrocchiale di Santa Maria del Soccorso, che propone la splendida facciata settecentesca con tre navate interne, la volta con la tela di Matteo Vigilante raffigurante la “Madonna del Soccorso”, sempre del Vigilante .


Manifestazioni Religiose
8 maggio Festa di San Michele
9 maggio Festa di San Nicola
Prima domenica di agosto festa di Santa Maria del Soccorso
Terza domenica di agosto Festa di Sant’Antonio
Terza domenica di settembre festa di SS. Salvatore


Manifestazioni popolari

Febbraio Carnevale castellese
Agosto Giornata del diversamente abile
10- 20 agosto Estate Castellese


Gastronomia
Tra il 10 ed il 20 agosto Sagra dei Cavatelli  e del cecatiello (pasta fatta a mano) nel corso di Estate Castellese
Agosto Festa di Aglianico
20 agosto Sagra della maccaronara
Settembre Festival della pizza